Preparazione e sagra

La “Sagra dei cavatelli” è nata agli inizi degli anni novanta per iniziativa di un gruppo di compaesani che aveva deciso di concludere i festeggiamenti di agosto con una bella tavolata a base di cavatelli.

Tale tradizione successivamente è stata fatta propria dalla “pro-loco” che ha continuato a tenerla viva negli anni fissandone la data al 13 agosto.

Le donne preparano gli ingredienti durante le giornate precedenti e finalmente, accarezzati dalla fresca brezza notturna, non paghi dell’impegnativa maratona culinaria della giornata, tutti a tavola con musica, canti e tutto il tipico armamentario delle allegre brigate.

Utilizziamo i cookies per darti la migliore esperienza possibile sul sito. Continuando la tua visita sul sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Se desideri saperne di più sui cookie che utilizziamo e come disattivarli, leggi la nostra cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi